Analisi, diagnosi e progettazione per la soluzione definitiva dei problemi dell’umidità

La patologia dell'umidità è la problematica basilare del degrado architettonico, che sminuisce prevalentemente i meccanismi strutturali, rovinando per sempre i materiali che costituiscono l’opera edilizia. Essa è tanto diffusa quanto spesso sottovalutata e male affrontata da restauratori, tecnici e imprese varie, come se fosse ritenuta un difetto marginale o inevitabile.

Questo atteggiamento implica errate progettazioni e di conseguenza pessime tentativi. Ottenendo, come risultato finale, un continuo spreco di tempo, materiali ed un aggravio delle problematiche legate al degrado e risorse economiche male impiegate e/o del tutto inutili.

Per tale ragione, nasce il P.I.U. (Progetto Integrato Umidità). Un valido supporto tecnico e di controllo ecosostenibile, scientifico e sistematico, basato su dati numerici ed oggettivicapace di individuare le cause, la qualità, le quantità dell’umidità presente e i rimedi da adottare, per un efficiente processo di bonifica e restauro dei manufatti costruiti; sia riguardo ad opere già realizzate o in itinere, sia in attinenza a progettazioni esecutive o in fase di realizzazione.

L’intervento di bonifica, si avvia con i dati raccolti attraverso un mirato sopralluogo diagnostico e strumentale. Di seguito, si è in grado di elaborare ed esporre alla committenza un progetto unitamente alla relazione tecnica e un “Piano di Risanamento” personalizzato, contenente uno specifico protocollo d’intervento, un computo metrico estimativo dettagliato e il preventivo dei materiali occorrenti.

Contestualmente, i tecnici qualificati dello studio “Programma Casarch”, in relazione alle cause dell’umidità diagnosticate, se necessitano, selezionano ed installano appropriate tecnologie domotiche all’avanguardia, testate, non invasive, con risultati certificati e garantiti per sempre; mentre, in combinazione, per intervenire sui molteplici effetti di degrado, generati dalle anzidette  cause, si vagliano prodotti eco-compatibili con i materiali esistenti e cicli operativi altamente performanti, che garantiscono un recupero ottimale dei manufatti ammalorati.

Specificatamente saranno adottate: determinate tecnologie elettrofisiche per eliminare definitivamente l’umidità di risalita (la quale, come sopra accennato, sta alla base del deterioramento dei materiali edili e dell’indebolimento strutturale; oltre a provocare danni estetici e di salubrità, diminuendo enormemente il comfort abitativo e quello termico-energetico) e/o la VMC (Ventilazione Meccanica Controllata, capace di risolvere i problemi di salubrità legati all’umidità ambientale).

Quest’ultima è stata resa obbligatoria dal 6 dicembre 2022 negli interventi degli edifici pubblici, soggetti a ristrutturazione, riqualificazione o nuova costruzione; lo ha stabilito il Decreto del 23 giugno 2022 che all'Art.2.4.5 recita: "È necessario garantire l'adeguata qualità dell'aria interna in tutti i locali abilitati, tramite la realizzazione di impianti di ventilazione meccanica." E si sa che quello che arriva nel pubblico, dopo poco tempo è molto probabile che venga esteso anche ai privati…

L’installazione delle tecnologie suddette, potrà essere accompagnata anche dalla successiva attività di monitoraggio.

L’adottabilità del P.I.U., suffragato dallo “Studio di Fattibilità, coadiuva gli studi tecnici privati e della pubblica amministrazione, nelle varie fasi progettuali: dal preliminare all’esecutivo, coopera con le affidatarie dei lavori (particolarmente con i General Contractor o appaltatori generali), con aziende specializzate nello sviluppo di materiali per il restauro edilizio e di tecnologie per il consolidamento strutturale, con le agenzie immobiliari e con tutti gli addetti coinvolti direttamente e/o indirettamente, con la possibilità di dimostrare – con risultati rigorosi ed incontestabili, attraverso un eventuale controllo ispettivo - che gli interventi edilizi sono stati eseguiti a perfetta regola d’arte.

I motivi, per cui ci si affida alla consulenza degli specialisti di “Programma Casarch” - per risolvere definitivamente qualsiasi causa dell’umidità presente negli edifici - sono ampiamente spiegati nella brochure che troverai in questo sito (clicca qui per scaricarla).

Attraverso questa documentazione, scoprirai che il P.I.U. è proficuo economicamente e indispensabile per la tutela, la rigenerazione, la programmazione degli interventi di ristrutturazione, il restauroe per le pratiche assoggettate ai benefici e finanziamenti governativi presenti e futuri (tipo: Ristrutturazione 50%, Superbonus 110%, PNRR, Bonus Facciate, ecc.).